LOTTA ALLE DIPENDENZE – INCONTRO CON GLI STUDENTI DEL LICEO ORIANI

Venerdì 20 gennaio presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico Oriani di Ravenna si è svolto l’incontro sul pericolo delle dipendenze da sostanze e dipendenze comportamentali.

La psicologa Chiara Lunardi e l’educatrice Michela Tazzini del Servizio Dipendenze Patologiche dell’AUSL Romagna (Lugo) hanno incontrato gli studenti delle classi terza, quarta e quinta dell’indirizzo Sportivo del Liceo Oriani.

Un incontro che si è rivelato ricco e stimolante, che ha esaminato il fenomeno delle dipendenze: una piaga sociale complessa, che coinvolge soprattutto i giovanissimi, che va combattuta con l’informazione e il rafforzamento nella prevenzione di ogni tipo di dipendenza sensibilizzando i giovani sulla tutela della salute e stimolando il loro senso di responsabilità e consapevolezza. Le relatrici hanno voluto sensibilizzare i ragazzi soffermandosi su quello che è “vicino” e che rappresenta un rischio, parlando non solo della dimensione patologica del fenomeno ma dando più rilevanza alla prevenzione mettendo in evidenza le abitudini rischiose.

Interessatissimi gli studenti che hanno partecipato attivamente interagendo attraverso una piattaforma online che ha permesso loro di esprimere opinioni e domande protetti dall’anonimato.

(RavennaWebTV; Ravenna24ore)


Marco Bonitta incontra gli studenti dell’indirizzo Sportivo del Liceo Scientifico Oriani.

22 dicembre 2022

Davanti alla platea degli alunni delle classi terza, quarta e quinta dell’indirizzo Sportivo del Liceo Scientifico Oriani – Marco Bonitta - allenatore della Consar RCM Ravenna di pallavolo, recentemente entrato nella Hall of Fame della Fipav per la vittoria ai Mondiali Femminili del 2002 – ha raccontato gli inizi del suo percorso professionale, le numerose vittorie e anche i momenti di difficoltà, lungo una carriera che lo ha visto impegnato nel settore femminile, maschile, giovanile, in Italia e all’estero, con ruoli anche manageriali extra-campo.

Introdotto da Silvana Oggioni di Alma Sport Service (responsabile di un ricco programma di avvicinamento degli studenti ai vari ambiti professionali legati allo sport) e dal giornalista Marco Ortolani (che ha sottolineato il ruolo del racconto sportivo nella crescita di una collettività) Bonitta ha esortato i ragazzi a riconoscere, fra i propri, il sogno sportivo su cui sentirsi pronti ad avventarsi, con gli occhi della tigre (citazione del collega Velasco) e per il quale essere disponibili ad ogni sacrificio, andando a cercare le opportunità, senza sperare che arrivino da sole, in un mondo caratterizzato dalla grande competitività.

(Il resto del carlinoRavennaWebTV)